martedì

Cozze in crosta ed è già passato un anno

Buongiorno miei cari oggi è una giornata un po' così, iniziata con una sensazione di tristezza, è una settimana strana, l'operazione alle schiena di papà, il mio anniversario da quel famoso test di gravidanza positivo, insomma strana, intensa, profonda, nostalgica, preoccupante, volta alla conclusione di un anniversario di fidanzamento eh si perchè domenica io e mio marito sono 13 anni che stiamo insieme, e bhè senza di lui chissà come sarebbe stata la mia vita, adesso mi sento molto forte accanto a lui accanto alla mia piccolina, ma chissà cosa sarebbe accaduto se io ad agosto avessi pensato solo a me, sarei stata egoista, non avrei potuto farlo, nè per per la mia piccolina nè per il mio unico e grande amore della mia vita.
Mi piace pensare però che grazie anche a questo blog e a come sia cresciuto proprio da agosto, io mi sia ripresa, per tutte le persone che mi sono state vicine che mi hanno confortato e aiutato a superare momenti davvero davvero davvero difficili.
Ingredienti:
1.5 Kg di cozze pulite;
500 gr di Mollica di pane;
1 mazzetto di prezzemolo;
1 spicchio d'aglio,
5-6 pomodorini;
2 uova sbattute;
Olio evo
Olio di semi;
Sale e pepe q.b.
In una casseruola poniamoci le cozze adagiamola sul fuoco e facciamole schiudere, loro perderanno la loro acqua che dovremmo sapientemente conservarla, filtrarla con un colino dal diametro dei fori molto piccolo  e metterla da parte.
Nel frattempo in una terrina mettiamo la mollica, il prezzemolo tritato finemente, l'aglio idem, i pomodorini tagliati a dadini piccolini, aggiustiamo di sale e pepe un filino di olio evo,  aggiungiamo l'acqua di cottura delle cozze pulita e filtrata e ammorbidiamo per benino il composto con le mani, deve uscire fuori l'impasto di una polpetta, morbido e lavorabile, sbattiamo le uova, scaldiamo l'olio di semi con un filino di olio evo in una padella molto grande e dal fondo largo, riempiamo le cozze con l'impasto passiamole nell'uovo sbattuto e friggiamole a fuoco lento, appena la panatura si sarà "crostata" scendiamole e serviamole caldissime.
P.S. Non c'è bisogno che vi dica che io ne metto giù almeno una ventina.. ^_^

2 commenti:

Erica Di Paolo ha detto...

Slurp..... Una forza, in tutti i sensi!!!! Grande Francesca!

Pippi ha detto...

una bella variante della solita impepata....buone!!

Posta un commento

Leggo sempre con immenso piacere i vostri commenti, anzi mi rendono felice...esprimete senza problemi la vostra opinione...e se provate le mie ricette fatemi sapere se vi sono piaciute